Marzo 16, 2022

PICCOLI UOMINI

By MATTEO DI GENNARO

CURATO DALLO SCRITTORE MATTEO DI GENNARO

Da chi siamo governati?

Chi sono i “pochi” che decidono il destino dei “molti”?

Piccoli uomini che non hanno l’intelligenza e il cuore per costruire, ma solo l’irreversibile stupidità per distruggere!

Cambiano le epoche, i contesti sociali, le zone geografiche e le squallide motivazioni; tutto diviene lecito e tutto risulta come una normale conseguenza.

Cosa insegna la Storia dell’Uomo?

Insegna che i “pochi” hanno portato distruzione, odio e morte, mentre i “molti” restavano inermi a guardare e a subire.

Piccoli uomini che da sempre sbandierano al mondo la loro costruita e spocchiosa umanità gozzovigliando sulle lacrime di un bambino, sull’inerme debolezza di un vecchio e sull’orrore che prolifera ogni giorno dentro i nostri occhi.

Non dovrebbero essere quei miserabili “pochi” a governare le nazioni; dovrebbero essere i “molti” a farlo.

I “molti” dovrebbero deporre le armi, spegnere le televisioni; voltare le spalle con rabbiosa dignità a un sistema costruito da anime nere senza scrupoli, affinché i “pochi” siano sepolti sotto quell’oblio di disperazione, che con tanta infernale caparbietà hanno portato nel mondo.

Cosa siamo diventati?

Nient’altro che carne da macello in balia degli eventi comandati da “altri”.

Cosa ci aspetta?

Desolazione, orrore e il pungente silenzio dell’impotenza.

Cosa possiamo fare?

Tornare a essere UOMINI! Uomini che si ribellano e combattono, ma non con le armi, non distruggendo, bensì costruendo, perché NOI, i “molti”, abbiamo ciò che i “pochi” non hanno: un’umanità dirompente pronta ad abbattersi con tutto il suo furore sopra l’ingordigia dell’inganno; un’umanità talmente densa di amore e calore da ridare a questo povero mondo la pace che merita.

Arriverà un tempo in cui i “molti” sorrideranno e ameranno in un mondo nuovo; un mondo che avrà spazzato via per sempre la devastante inutilità dei “pochi”.

Agiamo ora, finché siamo ancora in tempo!