Giugno 2, 2020

IL POTERE DELLA MENTE

By MATTEO DI GENNARO

FASE 2 – VERSO CASA

Qui e ora – parte prima

Come appurato nel precedente capitolo, la mente, può esserci amica o nemica. Se è lei a comandarci diveniamo col tempo solo automi programmati, se invece accade il contrario, ecco che la nostra vita avrà tutt’altro sapore…il nostro sapore!

Fin da piccoli la nostra mente è bombardata di nozioni e dati che col passare degli anni ci indottrinano, in base agli usi e costumi dell’ambiente in cui cresciamo.

Ci vengono insegnate le regole, in quale Dio credere, ciò che è giusto e sbagliato, come se non fossimo in grado di capire la differenza tra bene e male.

Ora! Chiaramente da bambini una guida è necessaria per limare lacune dovute all’inesperienza, ma spesso, accade che la società e a volte pure i genitori tendano ad imporre e non a insegnare. Un papà o una mamma sicuramente sanno qual è il bene per i loro figli, e anche se a volte tendono ad esagerare è comprensibile, darebbero la vita per loro quindi, tutto viene fatto per amore…io ne so qualcosa, sono padre di uno splendido bambino.

La società coi loro governanti di contro, sono tutta un’altra storia!

Non hanno a cuore il nostro benessere tanto meno quello dei nostri figli!

Fin dai tempi antichi la massa è sempre stata volutamente soggiogata da Regolamenti e Dei pronti a cambiare faccia ogni qualvolta il contesto sociale, per un naturale cambiamento evolutivo, lo richiedesse.

Ciò che ci viene opportunamente inculcato, serve a far stare bene molte persone…ma sicuramente non noi!

Provate a tornare indietro nel tempo…quando eravate bambini…tutto aveva un sapore diverso…i suoni, i colori, gli animali, tutto intorno a noi lo si gustava come una nuova scoperta, ci si concentrava sul momento, senza pensare a ciò che era stato o che sarà…ci si immergeva totalmente in quei magici momenti.

Istintivamente viene da pensare che quando si è bambini, si hanno meno responsabilità, meno impegni, meno seccature…non è così.

Rapportate chiaramente all’età, anche loro hanno a che fare con le stesse nostre difficoltà, e per quale motivo riescono comunque a gustare la vita in maniera differente…semplicemente perché la loro mente è ancora vergine, non è stata inquinata dall’immondizia di obsolete ideologie che non dovrebbero ormai fare più parte del nostro tempo!

Anche noi…come i bambini…come i nostri figli…dovremmo vivere il momento…centrati su di esso…centrati sul qui e ora.

L’unico modo che abbiamo per risolvere i nostri guai senza farci sopraffare dalla loro squallida meschinità, proiettandoci così verso il balzo quantico evolutivo, è svuotare la nostra mente, renderla un involucro nuovo, bramoso di assorbire la Verità che da sempre alberga in Noi, e che non chiede altro che di venire fuori per donarci il bene più prezioso…la libertà…quella vera…quella che non ti vincola a niente e nessuno, rendendoti unico vero attore di quel film straordinario quale è la vita.

Alleggerire la mente per poi svuotarla definitivamente non è un percorso semplice, non arriva dall’oggi al domani, non esiste nemmeno una tempistica, solo la tenacia con la voglia di esplorare noi stessi riusciranno nel tempo a donarci la consapevolezza di chi veramente siamo.

Credetemi! Perseverare nell’esplorazione interiore ci dona una pace insperata che non immaginavamo neanche potesse esistere. Viaggiare nei meandri più nascosti del nostro intimo, percorrendo sentieri mai camminati prima, eleva la nostra anima al massimo splendore, consentendogli di sprigionare una luce talmente forte da offuscare per sempre il buio dentro il quale siamo rimasti inghiottiti per fin troppo tempo.